Prequalifica per gara a procedura ristretta per affidamento fornitura di sistemi di videosorveglianza, contapasseggeri e sistemi di comunicazione di bordo.

Scade il: 12/09/2017 alle ore 12:00 (scaduto)

C.I.G. 7166177456


CUP SETA S.p.a.    H86J16000820009
CUP Start Romagna S.p.a.    C16J16001020009
CUP TPER S.p.a.    H26J16000750009
CUP TEP S.p.a.    E90D16000010009

E’ indetta una procedura di prequalifica finalizzata all’affidamento, mediante procedura ristretta, della fornitura di sistemi di videosorveglianza, contapasseggeri e sistemi di comunicazione di bordo da installare sui mezzi delle aziende esercenti i servizi di trasporto pubblico locale dell’Emilia Romagna START Romagna S.p.a., TEP S.p.a., TPER S.p.a. e SETA S.p.a., per un valore stimato complessivo di € 5.124.878,40 oltre IVA.
Le Imprese interessate a partecipare alla procedura di prequalifica possono scaricare di seguito i relativi documenti.
I candidati che verranno ritenuti idonei a seguito della procedura di prequalifica riceveranno invito formale a presentare offerta da parte della Stazione Appaltante. Nella lettera d’invito saranno indicate le caratteristiche tecniche di dettaglio della fornitura che si intende affidare e sarà reso disponibile il Capitolato Speciale con l’ulteriore relativa documentazione.

Data pubblicazione bando: 31.07.2017

Documenti allegati
Bando Europeo inviato alla GUUE il 28.07.2017Scarica
Bando GUUE/S S147 03/08/2017 305677-2017-ITScarica
Bando GURI n.90 del 07/08/2017Scarica
Disciplinare di prequalificaScarica
All.1 - Domanda di partecipazione/prequalificaScarica
All.2 - Formulario DGUEScarica
Dettaglio sommario forniture generaleScarica
Dettaglio sommario forniture SETAScarica
Dettaglio sommario forniture STARTScarica
Dettaglio sommario forniture TEPScarica
Dettaglio sommario forniture TPERScarica

FAQ Risposte a richieste di chiarimenti sulla gara

E’ consentito l’avvalimento per capacità finanziaria e tecnica con società fuori dalla comunità Europea?


L’avvalimento In caso di partecipazione di imprese extracomunitarie è soggetto ad alcune restrizioni, dovendosi far riferimento alla disciplina prevista, per i settori speciali, all’art. 49 “Condizioni relative all’AAP e ad altri accordi internazionali” del d. lgs. 50/2016 e s.m.i., limitatamente alla parte prevista dal secondo capoverso del comma 1 dell’art. 114 del d. lgs. 50/2016 e s.m.i.. In in applicazione di tale norma è possibile la partecipazione solo dell’operatore extracomunitario il cui Paese di riferimento abbia firmato accordo con l’Italia circa la partecipazione delle imprese agli appalti pubblici e pertanto sarebbe necessario porre uno specifico quesito riguardante la nazionalità dell’azienda coinvolta. (Data pubblicazione quesito: 11.08.2017)

La gara è intitolata “Prequalifica per gara a procedura ristretta per affidamento fornitura di sistemi di videosorveglianza, contapasseggeri e sistemi di comunicazione di bordo”, ma nei documenti di gara non sembra previsto l’acquisto di sistemi contapasseggeri. Si chiede di precisare se sia previsto l’acquisto di tali sistemi e se siano stati conteggiati nell’importo posto a base di gara.


La presente gara ha avuto origine nell’ambito di un più ampio progetto che ha coinvolto la regione Emilia Romagna e le aziende di Tpl, finanziato con fondi POR-FESR per gli anni 2014-2020, avente ad oggetto lo sviluppo nel trasporto pubblico locale di vari sistemi informatici, tra cui quelli contapasseggeri, e da cui deriva la sua denominazione. Allo stato attuale, come correttamente riportato nei documenti tecnici di gara non è previsto l’acquisto di sistemi contapasseggeri, né sono stati conteggiati nell’importo posto a base di gara. (Data pubblicazione quesito: 11.08.2017)

Si chiede se Il requisito di capacità economico – finanziaria pari a € 5.000.000,00, anche alla luce della parte di fornitura riguardante la società TEP, pari a 811.400,00 , che allo stato risulta incerta, può subire una diminuzione, poiché la base d’asta per forniture confermate ammonterebbe a soli € 3.459.332,00.


il fatturato medio previsto dal bando, quale requisito di capacità economico finanziaria nella misura di € 5.000.000,00, non può in alcun caso subire variazioni, anche se venisse meno la quota di fornitura richiesta dalla società TEP spa. Si fa inoltre presente che tale requisito rientra ampiamente nel limite previsto dal legislatore, pari al doppio del valore stimato dell’appalto, e ciò anche nel caso in cui ci considerino le sole forniture certe riguardanti le altre società. (Data pubblicazione quesito: 11.08.2017)

Si chiede se in caso di RTI il 60% di requisiti finanziari deve equivalere alla reale suddivisione di pesi all’interno del contratto stesso.


Trattandosi di appalto di fornitura, il disciplinare di gara prevede il rispetto del possesso di tali requisiti (si veda il punto 6) ai fini della sola partecipazione del Raggruppamento Temporaneo di Impresa alla gara. In sede di presentazione di offerta, al momento di specificare le parti della fornitura che saranno eseguite dai singoli operatori economici, sarà possibile indicare per le imprese raggruppate misure percentuali anche diverse, purché l’impresa capogruppo mandataria sia chiamata ad eseguire la parte principale e maggioritaria della fornitura oggetto di appalto e comunque non inferiore al 50%. (Data pubblicazione quesito: 11.08.2017)

Si chiede se il requisito del fatturato medio annuo richiesto, pari a € 5.000.000,00, debba intendersi Iva inclusa.


Il requisito del fatturato medio annuo va inteso non comprensivo di IVA. (Data pubblicazione quesito: 11.08.2017)

E’ stato richiesto se una mandante di un ATI abbia l’obbligo o meno del possesso del requisito di partecipazione della certificazione UNI EN ISO 9001:2008 e se, in caso di obbligatorietà, tale requisito possa essere oggetto di avvalimento.


In merito si precisa che, come chiarito dalla giurisprudenza maggioritaria e da A.N.AC. nei propri recenti provvedimenti, la certificazione UNI EN ISO 9001:2008 è assimilabile ad un requisito di natura soggettiva e, come tale, per l’effetto, deve essere posseduto da tutte le imprese costituenti il concorrente: pertanto, in caso di ATI, tutti i soggetti dell’ATI dovranno esserne in possesso ai fini dell’ammissione alla procedura di gara. Trattandosi di requisito soggettivo, ne consegue altresì che il possesso della certificazione di cui trattasi non può costituire oggetto di avvalimento ai sensi dell’art. 89 del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i.. (Data pubblicazione quesito: 22.08.2017)

E’ stato richiesto se il requisito della fornitura di impianti di videosorveglianza per almeno 350 mezzi di trasporto pubblico locale collettivo (bus, filobus, tram) debba essere posseduto da tutti i componenti dell’ATI o se tale requisito possa essere frazionato esclusivamente tra alcuni dei suoi componenti o se, in alternativa, l’aver eseguito – nel periodo temporale richiesto – attività di installazione/allestimento di mezzi (senza fornitura delle telecamere), possa dimostrare il requisito richiesto dalla documentazione di gara.


In merito, si precisa che l’avere già fornito nel triennio 2014 - 2015 - 2016 impianti di videosorveglianza per almeno 350 mezzi di trasporto pubblico locale collettivo (bus, filobus, tram) è un requisito che deve essere posseduto, in caso di ATI, da ciascun membro dello stesso, seppure per quota parte nel rispetto della normativa vigente e delle disposizioni della lex specialis di gara. Si precisa poi che l’aver effettuato attività di installazione/allestimento di mezzi (senza fornitura delle telecamere) non può essere ritenuto alternativo all’attività di fornitura di impianti sopra indicata poiché trattasi di prestazioni diverse da quelle richieste nella lex specialis di gara, che potrebbero condurre alla partecipazione di operatori economici non in possesso di requisiti idonei all’esecuzione dell’appalto. (Data pubblicazione quesito: 22.08.2017)

E’ stato richiesto se possibile avvalersi dei requisiti di ditta cinese.


L’avvalimento con azienda cinese non è possibile poichè non esistono rapporti bilaterali con questa nazione. (Data pubblicazione quesito: 22.08.2017)

E’ stato richiesto se sia possibile decidere successivamente alla fase di prequalifica l’eventuale costituzione di RTI tra soggetti qualificati.


E’ possibile, fra soggetti qualificati, la costituzione di RTI sino alla fase di presentazione dell’offerta. (Data pubblicazione quesito: 22.08.2017)